A cura del Centro Regionale di Documentazione per la Promozione della Salute della Regione Piemonte. Newsletter DoRS n. 106 del 18/12/2013

 Nello studio si ricorda che le donne italiane sono sottoposte ad un notevole carico di lavoro, essendo, loro malgrado, il principale riferimento per la rete informale di aiuto nelle famiglie. Questa condizione può avere effetti sulla salute.
In questo contesto si inserisce il quesito relativo alla combinazione tra lavoro retribuito e cura dei figli e incremento del rischio di malattia coronarica nelle donne residenti a Torino, oltre ad eventuali rapporti fra rischio di malattia coronarica e il genere dei figli.
I risultati mostrano che tra le donne occupate il rischio di malattia coronarica aumenta in maniera significativa nella misura del 20% per ogni figlio ed è più elevato tra quelle con almeno tre figli. La significatività è più marcata per i figli maschi.