Impatto delle esperienze professionali per la salute e per il collocamento anticipato in quiescenza prima dei 60 anni.
A cura di INRS, della Direzione Ricerca, Studi, Valutazione e Statistica (DREES) e dei Ministeri Economia e Finanza, Affari Sociali, Salute e Lavoro, Impiego, Formazione Professionale e Dialogo Sociale di Francia. Solidarieté et Santé, n. 45, 2013

 

Nell'introduzione del documento si illustra la attuale situazione francese che regola il collocamento in quiescenza dei lavoratori; si accenna anche al problema del mantenimento al lavoro dei soggetti "Senior". Sul tema ha rilievo l'inchiesta "Salute e Itinerari Professionali " (SIP) e l'analisi congiunta sulle indagini biografiche, professionali e di salute dei soggetti di età superiore ai 60 anni.La prima parte tratta dell'analisi comparativa delle esperienze professionali e di salute secondo l'età e l'abbandono del lavoro, tenendo conto del fatto che:la metà degli uomini e delle donne si pensiona prima dei 60 anni
i pensionamenti precoci si collegano al livello sociale, al titolo di studio, al tipo di attività lavorativa svolta e allo stato di salute.
La seconda parte si occupa della tipologia delle esperienze professionali e delle alterazioni psico-fisiche responsabili del pensionamento precoce, che vengono descritte e statisticamente elaborate in base all'età e al genere.Le conclusioni illustrano l'importanza dell'Inchiesta SIP (metodologia di studio, ricostruzione delle attività professionali, procedure preventive proposte per migliorare l'organizzazione del lavoro, apporti e limiti).