Promuovere l’invecchiamento attivo sul luogo di lavoro
Prof. Juhani Ilmarinen, JIC Ltd, Centro di ricerca gerontologica dell’Università di Jyväskylä, Istituto finlandese per la salute sul lavoro (1970-2008)*

L’articolo consta di 9 paragrafi, con i seguenti contenuti:

  • Il ruolo dei lavoratori anziani nell’Unione Europea (tendenze demografiche riguardanti la popolazione attiva, aumento dell’aspettativa di vita, tassi di fertilità ridotti).
  • Alcuni dati sull’invecchiamento (malattie croniche, depressione, riduzione delle capacità fisiche e mentali, promozione dell’invecchiamento attivo sul posto di lavoro).
  • Gestione dell’età sui luoghi di lavoro (consapevolezza dell’invecchiamento, gestione dell’età da parte dei dirigenti e quadri, promozione della capacità lavorativa, apprendimento permanente, passaggio dignitoso al pensionamento).
  • Capacità lavorativa (salute e capacità funzionale, competenza, valori e motivazioni, equilibrio fra lavoro e risorse individuali).
  • Capacità lavorativa e invecchiamento (Work Ability Index e suo valore predittivo nei diversi comparti).
  • Promozione della capacità lavorativa (promozione della salute, stili di vita sani, mantenimento delle competenze professionali, motivazione, organizzazione del lavoro e adeguamento dell’anziano).
  • Vantaggi della promozione della capacità lavorativa (analisi costi-benefici con utili del capitale investito).
  • Questioni politiche per i lavoratori anziani (riforme necessarie attitudinali, gestionali, del regime pensionistico, organizzative e assistenziali).
  • I lavoratori anziani e le risorse per il mondo del lavoro e la società.