Infortuni e Malattie professionali - Metodologia operativa 2.0
A cura della Sovraintendenza Sanitaria Centrale dell’INAIL, ottobre 2014

L’accordo quadro del febbraio 2012 fra Stato, Regioni e Province Autonome per definire le modalità di erogazione delle prestazioni di assistenza da parte dell’INAIL, attribuisce all’Istituto, all’interno del Sistema Sanitario Nazionale, un ruolo di spicco per l’assistenza agli infortunati e tecnopatici, garantendone la presa in carico per il completo reinserimento nella vita sociale e lavorativa.

Il testo ha mantenuto integralmente la struttura di un elaborato precedente, edito nel 1998 dalla Sovraintendenza Sanitaria Centrale dell’INAIL, con sei capitoli principali più allegati, in considerazione del fatto che le esigenze di allora sono rimaste invariate. In particolare sono state trattate:

  • L’evoluzione storica dell’assicurazione infortuni e malattie professionali, le principali tappe della storia dell’INAIL, del suo nuovo modello sanitario, delle sue prestazioni sanitarie ed economiche.
  • I riferimenti normativi, la denuncia di infortunio, la regolarità dell’evento infortunistico, la nozione malattia infortunio, la modellistica INAIL, le circolari di interesse sanitario nel periodo 1965-2014.
  • I criteri di valutazione del danno biologico nel D. Lgs. 38/2000 e nel D. M. 25/07/2000, le formule matematiche in uso, il confronto dell’attitudine al lavoro del T.U. 1124/65 e del danno biologico del D.Lgs 38/2000.
  • Alcune tematiche particolari: istituto della revisione, aggravamento delle malattie professionali, recidiva e ricaduta, assegno di assistenza personale continuativa, contenzioso amministrativo e giudiziario, referto medico, assicurazione contro gli infortuni in ambito domestico.
  • Malattie professionali, tutela speciale di silicosi e asbestosi, possibile assicurazione di silice-cancro, assicurazione obbligatoria dei medici e dei tecnici sanitari di radiologia medica contro le malattie e le lesioni da radiazioni ionizzanti.
  • Criteriologia della valutazione del danno specialistico (menomazioni dell’apparato respiratorio, visivo, cutaneo, neurologico e psichico, otorinolaringoiatrico) e aspetti di valutazione medico-legale.

Gli allegati trattano del protocollo d’intesa INAIL/ Patronati, delle sentenze della Corte Costituzionale e della Corte di Cassazione, dell’infortunio in itinere, delle nuove tabelle delle malattie professionali ai fini assicurativi e prevenzionali, del danno biologico permanente con le tabelle delle menomazioni.