Da diversi anni la ASL di Milano ha avviato e sostenuto iniziative di collaborazione e di coordinamento tra le diverse figure che si occupano di igiene e sicurezza sul lavoro nelle strutture sanitarie pubbliche e perivate milanesi. L'obiettivo è quello di aumentare il livello di sicurezza negli ospedali milanesi, obiettivo ambizioso e complesso, non solo attraverso i progetti e il programma dei controlli dell'ASL, ma anche attraverso la partecipazione delle risorse e competenze disponibili nelle strutture sanitarie milanesi, con la certezza di fondo che promuovere i sistemi aziendali di prevenzione e stimolare le loro capacità di autoregolazione possa raggiungere e consolidare risultati migliori.

In questo contesto, e nel solco delle iniziative degli anni precedenti, si è sviluppato il progetto sanità 2011, rivolto tanto alla sicurezza dei lavoratori quanto a quella di tutti coloro che sono presenti, a qualunque titolo, nelle strutture sanitarie, progetto che ha messo a fuoco i temi della gestione delle emergenze e dell'impiantistica elettrica per l'emergenza. Le attività del progetto si sono sviluppate attraverso il lavoro di diversi gruppi composti da esperti delle strutture sanitarie. Ad essi è stato assegnato il mandato di raccogliere l'esperienza sul campo maturata da ciascuno, di analizzarne i punti di forza e gli aspetti di criticità sotto il profilo tecnico e organizzativo e di proporre ipotesi concrete di soluzione. I documenti tecnici di indirizzo prodotti, che qui vengono offerti, rappresentano perciò la conclusione del lavoro dei gruppi e si pongono in linea di continuità e completamento dei numerosi documenti e linee guida esistenti, comprendendo tra questi le "linee di indirizzo per la redazione del piano di emergenza nelle strutture sanitarie" recentemente emanata dalla Regione Lombardia, e contengono i criteri condivisi per realizzare interventi migliorativi. Non si tratta di linee guida cui uniformarsi o punti di arrivo a cui adeguare le strutture ospedaliere per avere la certezza che la sicurezza richiesta dalle norme è stata raggiunta, ma di un punto di partenza per realizzare quel miglioramento continuo che è la base della moderna visione della sicurezza. I documenti si fanno apprezzare per la ricchezza di analisi e di indicazioni pratiche, utili non solo per le figure tecniche che devono affrontare quotidianamente le tematiche proposte, ma anche per l'alta dirigenza delle strutture sanitarie, perché i temi della sicurezza, coinvolgendo lavoratori, pazienti e utenti in genere, sono uno dei cardini su cui si reggono anche le tematiche del risk management e dell'accreditamento delle strutture sanitarie stesse, base del sistema sanitario regionale.

Il Direttore Generale G. Walter Locatelli

Il Direttore del Dipartimento Prevenzione Medica Susanna Cantoni

Allegati:
Scarica questo file (gestione_emergenze_e_alimentazione_elettrica.pdf)gestione_emergenze_e_alimentazione_elettrica.pdf[Scarica il documento]