Agire oggi per evitare i tumori professionali di domani.
A cura dell’Istituto Nazionale di Ricerca e di Sicurezza di Francia (INRS), ottobre 2012

Nell’introduzione si ricordano gli aspetti etiopatogenetici multifattoriali delle neoplasie, ricordando che il legame fra lavoro e cancro resta poco conosciuto e che la soppressione dei fattori di esposizione professionale può evitare più di 10.000 nuovi casi ogni anno.

Nella seconda parte vengono illustrate le diverse categorie di agenti cancerogeni (agenti chimici, fisici, biologici, procedimenti lavorativi, ecc.) e si mettono a disposizione i files INRS ove reperire tutte le attività a rischio.

Successivamente si illustrano le modalità di esposizione ai cancerogeni, i livelli di dose, le modalità di reperimento delle sostanze chimiche pericolose.

Nell’ultima parte si riportano le raccomandazioni per proteggersi dal rischio cancerogeno: i tumori professionali possono essere evitati in numerosi casi quando si sostituiscano prodotti e procedimenti lavorativi pericolosi con altri meno pericolosi.

Per ogni approfondimento vengono forniti i siti INRS in cui sono illustrate le strategie di riduzione dei rischi e le misure di protezione relative.