ViSiConsult riprende e commenta l'intervento di Lalla Bodini al convegno "Stress, molestie lavorative e organizzazione del lavoro" sui temi Rischio stress e valutazione nelle aziende. Lo stress lavoro correlato nei Piani Regionali di Prevenzione. Il confronto fra le figure professionali.
A cura del Gruppo di Lavoro sullo stress lavoro correlato della Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione, Milano, 7 giugno 2016

L’impostante contributo riporta alcuni dati e alcune riflessioni su un paradosso tutto italiano: aumentano le possibilità di stress nei luoghi di lavoro, ma la valutazione del rischio sembra non rilevarlo.

Le diverse revisioni della letteratura internazionale hanno trovato in lavoratori esposti a stress lavoro correlato un consistente aumento dei rischio con patologie cardiovascolari, disturbi psicologici, disturbi muscolo scheletrici, aumento di assenze per malattia. In Italia i primi risultati delle indagini e delle valutazione dei rischio nel periodo 2010-2015 non rispecchiano i risultati degli altri Paesi europei.

Vengono indicate le possibili cause di tale paradosso e le criticità dei metodi di valutazione italiani e delle indicazioni della Commissione Consultiva Permanente del 2010.

Nelle conclusioni si sottolinea la necessità di implementare sul tema i compiti delle figure professionali della prevenzione, bilanciando controllo/prevenzione nel contesto dei problemi organizzativi aziendali e inserendo in rete buone pratiche, soprattutto nella contrattazione aziendale (partecipazione dei lavoratori e dei loro Rappresentanti e rispetto dei piani regionali e nazionali).