CIIPBanner

Seconda indagine ESENER sui rischi nuovi ed emergenti: l’Italia all’avanguardia in Europa.
A cura di EU-OSHA, maggio 2015

Nell’indagine, promossa da EU-OSHA su un campione complessivo di quasi 50.000 imprese in 36 Stati del continente (28 stati dell’Unione Europea più Albania, Islanda, Montenegro, Repubblica di Macedonia, Serbia, Turchia, Norvegia e Svizzera), il nostro Paese si posiziona fra i primi cinque Stati per la gestione dello stress lavoro correlato e i piani di azione messi in campo per fronteggiare lo specifico rischio.

In questa seconda indagine (la prima è stata avviata nel 2010) l’Italia ha raggiunto 2254 aziende; la percentuale di quelle che hanno avviato iniziative per affrontare il fenomeno dello stress lavoro correlato è risultata pari al 50% rispetto alla media europea, di poco superiore al 30%.

La metodologia INAIL ha avuto un riferimento anche per altri Paesi europei.

Le attività, svolte in collaborazione con le regioni e nell’ambito della Commissione Permanente per la salute e la sicurezza sul lavoro ha portato alla realizzazione di un portale di approfondimento e di un manuale con risorse e strumenti per supportare le imprese nella valutazione e gestione del rischio e con il coordinamento partecipato e integrato dei lavoratori e delle figure della prevenzione aziendale. Gli altri ambiti presi in esame dall’indagine si ricordano la formazione dei manager sulla prevenzione e le percentuali di figure della prevenzione: in particolare nell’80% delle imprese hanno partecipato i Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza, una delle quote più elevate a livello europeo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

http://wwwrepertoriosalute.it/seconda-indagine-esener-sui-rischi-nuovi-ed-emergenti-lItalia-allavanguardia-in-europa/

 

Allegati:
Scarica questo file (Sintesi_indagine_ESENER.pdf)Sintesi indagine[EU-OSHA ESENER]

Abbiamo 14 visitatori e nessun utente online

CIIP - Via S. Barnaba, 8 - Milano